HFE (emocromatosi)

Informazioni clinichel’emocromatosi ereditaria è la malattia metabolica autosomica recessiva più frequente.
È associata ad un aumento dell’assorbimento del ferro nel primo tratto dell’intestino tenue. L’aumentato assorbimento del ferro alimentare provoca un aumento del valore del ferro totale presente nel corpo da una quantità normale di 2-6 g fino a 80 g. Il ferro in eccesso si deposita nel fegato, pancreas, milza, tiroide, ghiandola pituitaria, cuore e nelle articolazioni. I pazienti non sottoposti a cure soffrono di danni irreversibili che a loro volta aumentano il rischio di cardiomiopatia, artropatia, diabete mellito, cirrosi epatica e carcinoma del fegato e del pancreas.

La malattia è direttamente associata a mutazioni nel gene HFE. La presenza di mutazioni porta alla perdita o alla riduzione della funzionalità fisiologica della proteina HFE. Le due mutazioni più frequenti associate all’emocromatosi (90%)
provocano la sostituzione a livello proteico degli aminoacidi C282Y e H63D. La penetranza delle mutazioni dipende da età e sesso del paziente. Di conseguenza, la malattia non si manifesta in tutti coloro che sono portatori delle mutazioni. L’associazione più forte con la malattia è riscontrata nei pazienti che presentano un’omozigosi per la mutazione C282Y, la cui penetranza è più bassa tra le giovani donne rispetto agli uomini della stessa età, per il ciclo mestruale. Infatti l’80% degli uomini sotto i 40 anni che presentano questa mutazione soffrono di questa malattia, contro il 40% delle donne. La penetranza aumenta al 95% per gli uomini e all’80% per le donne nella popolazione che ha superato i 40 anni. Oltre alle mutazioni C282Y e H63D, altre due mutazioni rare del gene HFE sono associate all’insorgenza dell’emocromatosi. Queste mutazioni provocano una modifica alla sequenza degli aminoacidi (S65C) della proteina HFE o portano ad un precoce blocco della sintesi proteica (E168X).

Nuovi studi dimostrano che il 90-100% dei pazienti affetti da emocromatosi presentano difetti in omozigosi.
In Italia la sua frequenza è molto variabile, da 1 caso su 500 abitanti in alcune aree del nord ad 1 caso su 2000 o 3000 abitanti nel centro-sud. Questa malattia è una delle patologie genetiche più frequenti del nord Europa.

Diagnostica: il test EUROArray Emocromatosi (2 SNP+) Direct è stato ottimizzato per consentire la determinazione delle mutazioni C282Y e H63D nel gene HFE, ovvero quelle più comunemente associate ad emocromatosi.
Il test EUROArray Emocromatosi (4 SNP+) Direct, permette di determinare C282Y, H63D, S65C ed E168X, consentendo quindi l’identificazione anche delle mutazioni più rare. Entrambi i test sono facili da eseguire e non sono necessarie conoscenze approfondite di biologia molecolare. La metodica Direct consente una rapida estrazione del DNA a partire da sangue intero grazie all’utilizzo di due soluzioni contenenti delle proteasi, riducendo notevolmente le tempistiche ed i costi della classica estrazione.
I primer per la PCR e i microarray probe sono stati selezionati attentamente per assicurare la chiara identificazione delle mutazioni nel gene HFE. L’analisi, l’interpretazione e l’archiviazione elettronica dei dati vengono gestiti in piena autonomia dal software EUROArrayScan. In caso di presenza di mutazione, il sistema differenzia tra omozigosità ed eterozigosità. La ricerca delle mutazioni nel gene HFE consente di accertare la predisposizione all’emocromatosi ereditaria anche in fase asintomatica, consentendo così di adottare le misure di prevenzione più adatte (ad es. ridurre il consumo di alimenti con un alto contenuto di ferro).

Overview

ParametroSubstratoApplicazioneCodice
Emocromatosi (4 SNP+) DirectSangue intero/ DNA genomicoDeterminazione genetico-molecolare in vitro di due o quattro mutazioni del gene HFE per la diagnosi o l’esclusione della patologia ereditaria dell’emocromatosiMN 5520-####-V
Emocromatosi (2 SNP+) DirectSangue intero/ DNA genomicoDeterminazione genetico-molecolare in vitro di due o quattro mutazioni del gene HFE per la diagnosi o l’esclusione della patologia ereditaria dell’emocromatosiMN 5521-####-V

Comunicazione destinata esclusivamente a professionisti sanitari

Le informazioni contenute in questa sezione sono destinate esclusivamente a professionisti sanitari.